Punto Puoi

Paga i tuoi bollettini di c/c postale, c/c bancario (MAV, RAV e Bollettino Freccia) e pagoPA, al costo più basso del mercato

Effettuare pagamenti in totale sicurezza con

I servizi di pagamento sono offerti alla rete Punto Puoi da PayTipper S.p.A, Istituto di Pagamento autorizzato all’operatività da Banca d’Italia

Presso la nostra rete, puoi effettuare tutti i pagamenti a favore della Pubblica Amministrazione, contrassegnati dal marchio pagoPA. Puoi pagare tributi, rette scolastiche, bollo auto, ticket sanitari, multe e tanto altro.

* Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Per le condizioni del servizio consultare il “Cartello relativo a operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro” a disposizione presso gli esercizi convenzionati PayTipper. Il servizio di pagamento è offerto da PayTipper S.p.A., Istituto di Pagamento autorizzato dalla Banca d’Italia secondo la normativa in tema di servizi di pagamento (D. Lgs. 11 del 2010).

Decreto Legge Piano Casa Riferimento normativo

Piano Casa  Valido per Nuovo, Subentro e Voltura Uso Domestico

Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47 – Art. 5 (Lotta all’occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti di disposizioni in materia di  contratti di locazione).

Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l’allacciamento a pubblici servizi in relazione all’immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge.

A decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, gli atti aventi ad oggetto l’allacciamento dei servizi di energia elettrica, di gas, di servizi idrici e della telefonia fissa, nelle forme della stipulazione, della volturazione, del rinnovo, sono nulli, e pertanto non possono essere stipulati o comunque adottati,  qualora non riportino i dati identificativi del richiedente e il titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell’unità immobiliare in favore della quale si richiede l’allacciamento. Al fine di consentire ai soggetti somministranti la verifica dei dati dell’utente e il loro inserimento negli atti indicati nel periodo precedente, i richiedenti sono tenuti a consegnare ai soggetti somministranti idonea documentazione relativa al titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell’unità immobiliare, in originale o copia autentica, o a rilasciare dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’articolo 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Come previsto dalla normativa, DL 28 Marzo 2014 n. 47, convertito in Legge 23 maggio 2014, n. 80, i richiedenti servizi di energia elettrica, di gas, di servizi idrici e della telefonia fissa, sono tenuti a consegnare ai soggetti somministranti,  idonea documentazione relativa al titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la detenzione dell’immobile, in originale o copia autentica, o a rilasciare dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

RIFORMA TARIFFARIA DOMESTICI

RIFORMA TARIFFARIA DOMESTICI

Dal 1 gennaio la riforma della tariffa elettrica contiene delle importanti novità:

  • i Clienti domestici sono suddivisi non più in base alla
  • distinzione D2/D3 (coppia di potenza impegnata e residenza), ma solo in base alla residenza anagrafica;
  • la tariffa di trasporto diventa lineare perdendo la variabilità su scaglioni;
  • gli oneri di sistema mantengono solo due dei tre scaglioni e viene introdotta una quota fissa significativa per i non residenti.

Dal 2017 infine il Cliente finale potrà scegliere tra un maggior numero di livelli di potenza, con scatti di 0,5kW fino a 6kW e di 1kW da 6kW a 10kW in luogo dei precedenti scaglioni 1,5 Kw-3 Kw-4,5 Kw-6 Kw-10 Kw.

Il cliente che ben si lamenta è il miglior cliente…ma il cliente che si lamenta sempre non troverà mai abbastanza risposte!